Michelangelo mito e solitudine del Rinascimento

Buonasera ragazzi

Passato bene la domenica? Vi siete ricaricati seduti sul divano magari dopo aver sgranocchiato qualcosa di buono?
Se come me la domenica preferite passarla leggendo un buon libro, allora posso consigliarvene uno, insolito che vi porterà a spasso per il Rinascimento con una guida d’eccezione, ovvero Michelangelo, quindi direi che se siete pronti possiamo cominciare.

Come vi avevo detto nel post dedicato a “L’Ombra del Vento” (vi lascio qui il link https://wordpress.com/block-editor/post/outsider500829800.wordpress.com/28 )
di solito lascio che siano i libri a trovarmi ed è successo anche questa volta.
Sotto le feste di Natale ero entrata in libreria per comperare un pensiero ma non capendo ancora come, sono uscita con ben 3 pacchetti tutti indirizzati alla sottoscritta 😁.
Sin da subito quello che attirava maggiormente la mia attenzione era proprio quello riguardante Michelangelo.
Dopo essere stata a visitare i Musei Vaticani e la Cappella Sistina, cercavo da tempo un libro che mi permettesse di conoscere meglio il genio e la sregolatezza del Maestro, quindi potete ben immaginare la mia felicità nel trovare davanti a me questo libro,scritto dal filologo Giulio Busi.

Il romanzo si apre con le sventure finanziare di Lodovico Buonarroti e della sua sposa Francesca, dell’assegnazione di lui dal 30 settembre 1474 sino a fine marzo dell’anno successivo a sorvegliare un cito testualmente : “Magnifico Podestà di Caprese e Chiusi” tra i monti dell’ Aretino in quanto Firenze non era poi così tanto tollerante con chi riusciva a stento a pagare i suoi debiti e proprio fra questi monti che il 6 marzo 1475 nacque Michelangelo.
Il romanzo ci fa ripercorrere la storia della vita dell’artista grazie ai due più grandi, quanto nemici, biografi cinquecenteschi, ovvero Giorgio Vasari e Ascanio Condivi.
Grazie alle loro testimonianze, (a volte anche troppo esasperate dal loro voler consacrare Michelangelo nel paradiso degli artisti) ci ritroviamo a camminare per le strade di Firenze e non solo, in un momento di grandissimo fervore artistico e non.
Abbiamo la possibilità di seguire l’artista in tutte le fasi della sua vita proprio come una “mosca”, osservando quindi i suoi movimenti, quello che fa, come si approccia alla vita e anche come ne scappa, in quanto si scoprirà che Michelangelo non è poi quell’uomo pronto a tutto per le sue idee che si potrebbe pensare.
Vengono descritte all’interno della biografia, mi si passi il termine, le numerosissime opere dell’artista, e le ritroviamo stampate all’interno per consentirci di vederle con i nostri occhi, e di renderci conto anche da esse dell’evoluzione artistica del Maestro e delle influenze dettate dal periodo in cui Michelangelo vive.
Insomma se state cercando un libro che vi faccia conoscere meglio il poliedrico artista, anche con citazioni del tempo, questo è quello che fa al caso vostro.
Tenete ben a mente che vi verrà descritto il Michelangelo più ermetico e sfuggente, ma non verrà analizzata sotto un punto di vista prettamente tecnico la sua pittura o la sua scultura per cui se state cercando la tecnica scultorea oltre che pittorica, mi sento di sconsigliarvelo anche se vi perdereste un bel libro.

Non voglio raccontarvi troppo, è giusto che lo scopriate proprio come l’ho scoperto io e credetemi non ve ne pentirete assolutamente.
Vi lascio il link di dove poterlo acquistare proprio sotto l’immagine.

Un’ultima cosa ragazzi, in questi giorni non so se avete sentito la storia del giovane Lorenzo Farinelli, se così non fosse dedicatemi due minuti è letteralmente una questione di vita o di morte.
Lorenzo è un giovane medico anconetano di 34 anni.
Parrebbe tutto normale se non fosse malato di un raro tumore immune alla chemioterapia.
La sua unica speranza è una cura sperimentale negli USA, ma il costo come potete ben immaginare è alto, molto alto.
Per questo sono qui a chiedere il vostro aiuto. Lorenzo ha bisogno di 500mila euro per poter volare in America, ognuno può contribuire come meglio crede, anche con un apparente quanto banale euro, anche se in questi casi credetemi banale non lo è per niente.
Vi lascio il link dove trovare la storia e tutte le info per poter donare.
Faccio appello alla vostra sensibilità, non lasciamo soli chi ha bisogno, specialmente in queste circostanze.

Lorenzo Farinelli

https://www.salviamolo.it/

Vi ringrazio per l’attenzione, fatemi sapere se conoscevate già il libro o se conoscete altre opere riguardanti Michelangelo ed il suo tempo, sarò ben felice di leggerli!
Vi aspetto domani con un’altra sfiziosa ricetta e nuovi esercizi per arricchire il vostro palmarès.

Un abbraccio
Irene


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...